LA 26a, 27a E 28a GIORNATA DEL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1970-71

La domenica seguente torna anche il Campionato Mondiale di Formula UNO. Si corre in Spagna

e Jackie Stewart conduce al successo la sua Tyrrel, davanti alla Ferrari di Jackie Icss e

alla Matra di Chris Hamon. Con questo successo Stewart balza al comando della classifica

piloti.

26a GIORNATA: domenica 18 aprile 1971

Bologna – Roma 0-0

Cagliari – Catania 1-1

2′ Schifillitti, 46′ Nastasio (CA)

Juventus – Inter 1-1

31′ Marchetti (JU), 79′ Bedin

Lazio – Fiorentina 0-0

Milan – Torino 1-0

67′ Rivera

Sampdoria – Foggia 2-0

45′ e 47′ Cristin

Varese – LR. Vicenza 0-0

Verona – Napoli 0-2

45′ Ghio, 78′ Abbondanza

CLASSIFICA:

Inter 40; Milan 38; Napoli 36; Juventus 30; Bologna 29;

Roma 28; Cagliari 27; Foggia 23; LR. Vicenza, Sampdoria e Torino 22; Varese e Verona 21;

Fiorentina e Lazio 20; Catania 17.

Sono quasi le cinque del pomeriggio quando Gianni Rivera riapre il

campionato. Infatti l’Inter sta soccombendo a Torino per mano di Gianpietro Marchetti,

valente difensore che ha realizzatoprobabilmente il più importante dei suoi pochi gol in

carriera. Dura poco più di dieci minuti l’illusione di Rivera e compagni di riaprire un

campionato praticamente chiuso. Gianfranco Bedin, altro faticatore dei terreni di gioco,

viola la porta difesa da Tancredi limitando notevolmente i danni di una domenica che

sembrava totalmente storta.

Per oltre un’ora anche il Napoli, corsaro a Verona con i giallo-blu giunti alla terza

sconfitta consecutiva, sogna di rientrare clamorosamente in lizza per il massimo titolo

nazionale.

In settimana la Juventus festeggia l’accesso alla finale della Coppa delle Fiere battendo

per 2 a 0 il Colonia.

27a GIORNATA: domenica 25 aprile 1971

Catania – Milan 0-0

Fiorentina – Varese 1-1

53′ Braida, 83′ D’Alessi (FI)

Foggia – LR. Vicenza 1-1

33′ Faloppa, 71′ Saltutti (FO)

Inter – Sampdoria 3-1

46′ Mazzola, 65′ e 80′ Boninsegna rig., 85′ Suarez (SA) rig.

Lazio – Juventus 2-2

20′ Novellini, 45′ Mazzola II (LA), 68′ Causio, 84′ Chinaglia (LA)

rig.


Napoli – Roma 1-2

11′ Sormani (NA), 28′ Cappellini, 61′ Salvori

Torino – Cagliari 2-1

17′ Bui, 34′ Riva (CA), 46′ Maddè rig.

Verona – Bologna 0-0

CLASSIFICA:

Inter 42; Milan 39; Napoli 36; Juventus 31; Bologna e

Roma 30; Cagliari 27; Foggia e Torino 24; LR. Vicenza 23; Sampdoria, Varese e Verona 22;

Fiorentina e Lazio 21; Catania 18.

Boninsegna e Mazzola confezionano un successo fondamentale nella corsa

allo scudetto. Mentre i due inguaiano la Sampdoria del vecchio amico interista Luis

Suarez, a Catania va in scena uno 0 a 0 utile solamente a mettere in estrema difficoltà

entrambe le contendenti nel conseguimento dei rispettivi obbiettivi: la salvezza per gli

etnei e lo scudetto per i milanisti.

Questo non è più un obbiettivo per il Napoli sconfitto in casa dalla Roma nel classico

“derby del sole.”

28a GIORNATA: domenica 2 maggio 1971

Bologna – Milan 3-2

7′ e 28′ Villa (MI), 44′ Fedele, 76′ aut. Rosato, 78′ Savoldi

Cagliari – Napoli 1-1

6′ Ghio, 63′ Riva (CA)

Catania – Verona 0-1

22′ aut. Cherubini

Inter – Foggia 5-0

7′ Boninsegna, 54′ Jair, 62′ Facchetti, 69′ Mazzola, 90′ Jair

Juventus – Sampdoria 3-1

9′ e 41′ Anastasi, 54′ Bettega, 72′ Sabadini (SA)

LR. Vicenza-Fiorentina 0-1

41′ Vitali

Roma – Torino 1-1

35′ Zigoni (RM), 46′ Petrini

Varese – Lazio 2-1

4′ Tamborini rig., 62′ Chinaglia (LA) rig., 71′ Tamborini rig.

CLASSIFICA:

Inter 44; Milan 39; Napoli 37; Juventus 33; Bologna 32;

Roma 31; Cagliari 28; Torino 25; Foggia, Varese e Verona 24; Fiorentina e LR. Vicenza 23;

Sampdoria 22; Lazio 21; Catania 18.

Ventuno giornate per vincere uno scudetto infliggendo ben 11 punti di

distacco alla seconda, questo è stato l’impressionante ruolino di marcia tenuto dall’Inter

dopo la cacciata di Heriberto Herrera e l’ultima sconfitta subita. I giocatori hanno fatto

quadrato compiendo una delle imprese più belle della storia del calcio. Non è più la

grande Inter che imperava in Italia, in Europa e nel mondo, ma quanto fatto dai nerazzurri

in questo campionato 1970-71 meriterebbe di essere maggiormente ricordato. Certamente il

Milan, crollando letteralmente dopo la diciannovesima giornata, ha favorito l’impresa

interista. Ultimo episodio è stata la sconfitta subita a Bologna dopo essere stato in

vantaggio per 2 a 0. I felsinei vendicano in questo modo l’infortunio a Franco Liguori che

ha tolto loro un elemento essenziale per il gioco col quale, probabilmentee, avrebbero

potuto aspirare a traguardi ben maggiori rispetto all’eccellente quinto posto che stanno

finora ottenendo.

Anche la lotta per la salvezza, nella quale è incredibilmente entrato il Foggia da alcune

domeniche incapace di far punti, emette il primo verdetto inappellabile: un’autogol del

difensore Cherubini nello scontro diretto col Verona condanna matematicamente alla

retrocessione il Catania.

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE

Lascia un commento