TORNEO OLIMPICO DI CALCIO 1972: LA 2a GIORNATA DEL GIRONE DI SEMIFINALE

Il 6 settembre 1972 il mondo si risveglia sotto l’effetto dei tragici fatti del giorno precedente; ormai tutti sono a conoscenza della tragedia avvenuta a Monaco di Baviera. Gli atleti israeliani sequestrati sono stati tutti uccisi, dopo essere rimasti per un’intera giornata ostaggio di un commando terroristico palestinese, sospesi tra speranza e scoramento. A questo punto c’è da riflettere sull’inadeguatezza degli interventi della polizia tedesca per liberare i rapiti e sulla scarsa sorveglianza, per altro voluta, attorno al villaggio olimpico. Pure il Comitato Olimpico Internazionale entra nell’occhio del ciclone, per aver tenuto nascosto il dramma fino a metà pomeriggio, facendo addirittura disputare alcune gare, mentre nel villaggio olimpico si sparava. Le polemiche divampano quando si decide di disputare regolarmente tutte le competizioni previste per il giorno 6, limitandosi ad una cerimonia di commemorazione per le vittime. A questa regola non si sottraggono nemmeno le partite della seconda giornata dei gironi di semifinale del torneo olimpico di calcio.
Ingolstadt, mercoledì 6 settembre 1972

GERMANIA EST – MESSICO 7-0 (GIR. A, 2a giornata)

RETI: Sparwasser 3, Kreische, Streich, Ganzera, Hafner

GERMANIA EST: Croy, Zapf, Ganzera; Weise, Bransch, Pommerenke; Seguin (Hafner), Kreische, Sparwasser, P. Ducke (Schulenberg),
Streich.

MESSICO: Sanchez, Rico, Trejo; Alvarez, del Campo, A. Hernandez; Blanco, Peña, Manzo, Razo, Cuellar.

ARBITRO: Namdar (Iran).

SPETTATORI: 5.500.

Monaco di Baviera (Olympiastadion), mercoledì 6 settembre 1972

UNGHERIA – GERMANIA OVEST 4-1 (Gir. A, 2a giornata)

RETI: A. Dunai, Ku 2, E. Dunai (UN); Hitzfeld (GO)

UNGHERIA: Geczi, Vepi, Pancsics; Szucs, Juhasz, Balint; Ku, E. Dunai, Toth, A. Dunai, Branikovics.

GERMANIA OVEST: Wienhold, Baltes, Hollmann; E. Schmitt, Häbermann, Bitz (Seliger); Hoeness, Kalb, Hitzfeld, Nickel, Wunder (Worm).

ARBITRO: Pestarino (Argentina)

SPETTATORI: 70.000

Passau, mercoledì 6 settembre 1972

DANIMARCA – MAROCCO 3-1 (GIR. B, 2a GIORNATA)

RETI: Bak 2, Prinzlau (DA); Merzaq (MA)

DANIMARCA: Therkildsen, Ahlberg, Rontved; Andresen, J. Rasmussen, H.A. Hansen (Prinzlau); Bak, Ziegler, J. Hansen, Nygaard, Simonsen (M. Rasmussen).

MAROCCO: Hazzaz, Benkhrif, Ihardane; Yaghcha (Zaghrari), Elbakti, Zahraoui; Tazi (Zouita), Maouhoub, Merzaq, Elfilali, Najah.

ARBITRO: Winsemann (Canada).

SPETTATORI: 3.100.

Augsburg, mercoledì 6 settembre 1972

POLONIA – UNIONE SOVIETICA 2-1 (Gir. B, 2a giornata)

RETI: Deyna, Szoltysik (PO); Blokhin (US)

POLONIA: Kostka, Szymanowski, Ostafinski; Gorgon (Kraska), Anczok – Deyna; Cmikiewicz, Maszczyk, Gut (Szoltysik), Lubanski, Gadocha.

UNIONE SOVIETICA: Rudakov, Dzodzuashvili, Kaplichny; Khurtsilava, Lovchev, Kolotov; Sabo, Blokhin, Semenov (Onischenko), Yevrushikhin, Zanazanian (Kuksov).

ARBITRO: Oberg (Norvegia).

SPETTATORI: 5.500.

Davanti a settantamila persone l’Ungheria strapazza i giovani della Germania Occidentale, spingendo i padroni di casa lontano dal podio, anche in virtù del larghissimo successo della Germania Est sul Messico, verdetto che fa di Ungheria-Germania Est del venerdì successivo un’autentica finale anticipata.

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE

Lascia un commento