MAGDEBURGO-MILAN 2-0: FINE DI UN CICLO

Per il Milan arriva il grande giorno, la partita che può salvare una stagione fattasi disastrosa: per i rosso-neri si tratta dell’ultima possibilità di guadagnarsi l’accesso ad una coppa europea nella stagione 1974-75.

Di fronte c’è il Magdeburgo, squadra della Germania Orientale, nazione che non ha ancora ottenuto grandi successi internazionali. Ma è tutto il movimento rappresentante le nazioni dell’Europa dell’Est ad aver raccolto poche soddisfazioni e quando una di queste compagini si guadagna la possibilità di conseguire qualche grande trofeo, tutti i mezzi di comunicazione vengono abilitati. Allineata a queste c’è pure la Jugoslavia nella quale opera Tele Capo d’Istria, un’emittente in lingua italiana diffusa anche sul suolo nostrano che, tra l’altro, trasmette a colori.

I pochi possessori italiani di un televisore a colori non hanno goduto dello spettacolo sperato: un’autorete del giovane difensore Lanzi al 42’ e un gol del mediano Seguin al 26 del secondo tempo consegnano la coppa nelle mani del Magdeburgo. Per il Milan è la fine di un ciclo vincente iniziato sette anni prima e terminato malinconicamente in una calda serata di maggio.

Intanto un’intera nazione è in festa e sogna anche l’impresa ai campionati del mondo organizzati nella vicina Germania Occidentale!

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE

Lascia un commento