COPPA ITALIA 1974-75: LA 3a GIORNATA DELLA FASE ELIMINATORIA

Si apre la settimana che porta al Gran Premio d’Italia di Formula 1, evento atteso da

tutti i tifosi della Ferrari, dato il primato in classifica di Cley Regazzoni. Finora i

risultati dicono che la macchina italiana è la migliore del circus, tanto che pure l’altro

pilota è perfettamente in lizza per la conquista del titolo. A conferma di ciò, Nicky

Lauda conquista l’ennesima pole position stagionale.

La domenica si apre con una buona notizia per tutti gli italiani: il “lavoro” iniziato a

maggio dal generale Carlo Alberto Dalla Chiesa dà i primi grandi risultati. In un

banalissimo posto di blocco vengono catturati i capi delle Brigate Rosse Renato Curcio e

Giovanni Franceschini assieme ad altri due esponenti Giovanbattista Lazagna edEnrico

Levati.

Tanta rapidità nell’arrivare al vertice dell’organizzazione che da anni sta terrorizzando

il Paese e le circostanze aparentemente fortuite che hanno reso possibile l’operazione

destano qualche dubbio. Dalla Chiesa, però, ancora non svela i propri metodi. Solo in

seguito si saprà che per la buona riuscita dell’arresto si è rivelata fondamentale l’opera

dell’ex prete Silvano Girotto, infiltrato nel covo dei terroristi col soprannome di Frate

Mitra.

Da Roma, però, quasi contemporaneamente arrivano notizie di ben altro clima. Nella borgata

di San Basilio , nel corso di scontri tra polizia e manifestanti a seguito degli sgomberi di occupanti abusivi delle case del quartiere, viene ucciso con un colpo d’arma da fuoco il diciannovenne Fabrizio Ceruso, militante del
Comitato Proletario di Tivoli, organismo dell’Autonomia Operaia.

Con simili notizie in un pomeriggio soleggiato prende il via il Gran Premio di Monza. Per

la Ferrari doveva essere una giornata di festa e invece il motore tradisce le rosse ed

entrambi i piloti rimangono a bocca asciutta. Il successo arride allo svedese Ronnie

Petterson il quale precede Emerson Fittipaldi e Jody Shekter. Nonostante la debacle

Regazzoni rimane al comando della graduatoria generale con un punto di vantaggio su

Shekter e due sul brasiliano della McLaren. La scuderia inglese invece strappa alla

Ferrari la vetta della classifica costruttori. Mentre a Monza i motori tacciono, su

alcuni campi italiani prende il via il terzo turno di Coppa Italia.

COPPA ITALIA – FASE ELIMINATORIA 3a GIORNATA: domenica 8 settembre

1974

COPPA ITALIA – FASE ELIMINATORIA 3a GIORNATA: domenica 9 settembre

1974

GIRONE A

Ascoli – LR. Vicenza 0-1

Inter – Novara 2-0

Riposa: Brindisi

CLASSIFICA:

Inter 6; LR. Vicenza 3; Ascoli, Brindisi e Novara

1.

GIRONE B

Catanzaro – Verona 1-1

Spal – Napoli 1-2

Riposa: Sampdoria

CLASSIFICA:

Napoli 6; Spal 3; Catanzaro, Sampdoria e Verona

1.

GIRONE C

Juventus – Taranto 4-1

Reggiana – Avellino 1-0

Riposa: Varese

CLASSIFICA:

Juventus 6; Avellino e Reggiana 2; Taranto e Varese

1.

GIRONE D

Cagliari – Arezzo 1-1

Como – Torino 0-1

Riposa: Sambenedettese

CLASSIFICA:

Torino 6; Como e Sambenedettese 2; Arezzo e Cagliari

1.

GIRONE E

Genoa – Roma 0-3

Pescara – Lazio 2-1

Riposa: Atalanta

CLASSIFICA:

Roma 4; Pescara 3; Atalanta e Lazio 2; Genoa 1.
GIRONE F

Brescia – Cesena 0-0

Perugia – Milan 0-2

Riposa: Parma

CLASSIFICA:

Cesena 4;Milan e Parma 3; Brescia 2; Perugia 0.
GIRONE G

Alessandria – Fiorentina 0-1

Palermo – Ternana 0-1

Riposa: Foggia

CLASSIFICA:

Fiorentina 4; Ternana 3; Alessandria e Palermo 2;

Foggia 1.

I Campioni d’Italia cadono aPescara, compromettendo le loro possibilità

di passare al turno successivo. Trascinata da Pierino Prati, tornato su livelli di forma

eccezionali, La Roma vola e con una partita in meno ha l’occasione di dare ai cugini

il primo dispiacere stagionale.

Intanto Inter, Napoli, Juventus e Torino ipotecano l’accesso al girone di semifinale,

mentre il Milan si riprende andando a vincere a Perugia. A questo punto per i rossoneri si

rivelerà decisivo lo scontro col Cesena.

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE

Lascia un commento