DESAPARECIDOS, LIVERPOOL E LA PRIMA GIORNATA DEI GIRONI DI SEMIFINALE DI COPPA ITALIA 1975-76

Nonostante la nazionale italiana di calcio sia rimasta esclusa dalla fase finale dei Campionati Europei e nonostante l’assenza delle squadre di club

nostrane dalle tre finali continentali, la stagione impone ritmi estremamente sostenuti. La Federcalcio ha accettato di partecipare al Torneo del Bicentenario

organizzato per festeggiare il duecentesimo anniversario dell’indipendenza degli Stati Uniti dall’Inghilterra. Per il duo Bernardini & Bearzot la manifestazione

costituisce un’ottima occasione per testare la squadra contro avversari di rango: al torneo, oltre ad una selezione di giocatori militanti nella lega di casa

comprendente tra gli altri Pelè e Chinaglia, il quale è riuscito a farsi cedere al Cosmos, prenderanno parte anche Inghilterra e Brasile, due nazionali in profondo

rinnovamento.

Intanto, però, tengono banco i festeggiamenti per lo scudetto granata, una vittoria che rende felice tutta l’Italia non juventina. Il giorno successivo al termine del

campionato, mentre negli orecchi della gente risuonano ancora gli echi dei caroselli automobilistici della notte precedente, si apre il processo contro il nucleo

storico delle Brigate Rosse. Il procedimento però è destinato a subire un’immediata interruzione a causa del rifiuto degli imputati di nominare avvocati difensori.

Altro argomento d’attualità in questo 1976 rimane la guerra civile in Libano che in questo 17 maggio segna una recrudescenza facendo segnare più di 35 morti in

ventiquattro ore

Il giorno dopo sono le notizie provenienti dall’Argentina ad inquietare l’opinione pubblica. Nella nazione latino-americana si accentua il

clima di terrore dopo il colpo di stato, in quanto vengono ritrovati centoventisei cadaveri crivellati da raffiche di mitra. D’ora in avanti, e per i prossimi dieci

anni, un termine inizierà a farsi largo nel lessico comune di tutto il mondo: desaparicidos, col quale si identificano coloro che, sequestrati nella notte sono spariti

letteralmente nel nulla. Ormai sono già centinaia gli individui che hanno subito una sorte analoga; si tratta soprattutto di oppositori al regime, ma la pratica assumerà proporzioni immani. Tra loro si conteranno numerose persone di origine italiana.

Mercoledì 19 maggio, sui teleschermi italiani va in onda l’ultimo atto della Coppa Uefa, match che tra l’altro conclude la stagione europea per le squadre di club.

Ancora una volta si affrontano due rappresentanti di Belgio ed Inghilterra. A Bruges il Liverpool giunge con un gol di vantaggio, frutto della clamorosa rimonta

portata a termine tre settimane prima.

COPPA UEFA – FINALE DI RITORNO -: Bruges (Olympia Stadion) – mercoledì 19 maggio 1976
ST. BRUGES – LIVERPOOL 1-1

RETI: 12’ Lambert, 16’ Keegan (LI)

ST. BRUGES: Jensen, Bastijns, Krieger; Leekens, Volders, Cools; Vandereycken, Decubber (Hinderyckx), Van Gool, Lambert (Sanders), Lefevre. ALL.: E. Happel.

LIVERPOOL: Clemence, Smith, Neal; Thompson, Hughes, Keegan; Kennedy, Callaghan, Case, Heighway, Toshack (Fairclough). All.: R. paysley.
Dopo dodici minuti di gara l’ala sinistra Lambert porta in vantaggio i padroni di casa, ma la festa dura solo lo spazzio di quattro giri d’orologio: Kevin Keegan, sempre più stella di grandezza assoluta nel panorama mondiale, impatta l’incontro realizzando quello che si dimostrerà il punto decisivo per l’assegnazione della Coppa. Gli

inglesi si difenderanno con abilità e conquisteranno la seconda Coppa Uefa della loro storia

Contemporaneamente in quattro stadi italiani prendono il via i gironi di semifinale di Coppa Italia.

COPPA ITALIA – GIRONE DI SEMIFINALE – 1a GIORNATA: mercoledì 19 maggio 1976
GIRONE A

Inter – Genoa 1-0

Verona – Lazio 3-0

CLASSIFICA:

Inter e Verona 2; Genoa e Lazio 0.
GIRONE B

Fiorentina – Napoli 0-0

Sampdoria – Milan 0-2

CLASSIFICA:

Milan 2; Fiorentina e Napoli 1; Sampdoria 0.
Nella prima giornata della seconda fase di Coppa Italia tutti i pronostici vengono ampiamente rispettati. A far notizia è semmai la pesante

sconfitta subita dalla Lazio sul campo di Verona. Ora anche la Coppa Italia subisce uno stop. Tutto è pronto per la partenza della comitiva azzurra per gli Stati Uniti

dove andrà in scena un’anteprima di mondiale. Per noi è particolarmente importante la gara contro l’Inghilterra, nazionale che è stata inserita nel girone eliminatorio

che gli azzurri dovranno affrontare e vincere per andare ai mondiali in Argentina.

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE

Lascia un commento