L’APOTEOSI DI NICKY LAUDA E LA 3a GIORNATA DELLA FASE ELIMINATORIA DELLA COPPA ITALIA ’75-76

Settembre si apre con uno degli appuntamenti più attesi da tutti gli sportivi italiani: il granpremio di Formula 1 di Monza. Quest’anno, alla luce della stupenda vittoria di Brambilla in Austria e soprattutto della grande stagione di Nicky Lauda, vicino come non mai a quel titolo che a Maranello manca dai tempi di John Surtees, 1964, c’è ancora più entusiasmo attorno all’avvenimento.

Sulla Williams trova spazio un altro debuttante: l’italiano
Renzo Zorzi, mentre alla Fittipaldi arriva Arturo Merzario, che aveva iniziato la stagione proprio con la scuderia di Frank Williams. Intanto la Lotus affida il secondo volante a Jim Crawford.

Come detto, all’attesa dei tifosi italiani si somma quella dei tifosi austriaci che sperano di veder trionfare Lauda e di quelli svizzeri, sempre vicini all’altro ferrarista Clay Regazzoni. Lauda non delude in prova cogliendo l’ennesima pole, con Regazzoni che completa la prima fila tutta rossa. Ottima la prova del sorprendente
Tony Brise sulla Hill che scatta dalla terza fila.

La pioggia della mattina sembra complicare i piani di vittoria per le Ferrari ma la pista si asciuga velocemente. In testa va immediatamente Clay Regazzoni davanti a Lauda e al sudafricano Jody Scheckter. Immediatamente la frizione tira un brutto scherzo a Vittorio Brambilla costringendolo al ritiro già nel corso della prima tornata. Bob Evans
si ritira invece per problemi al motore. Alla chicane solito ingorgo e incidente che coinvolge Scheckter e, soprattutto, Jochen Mass che danneggia le sospensioni. Ronnie Peterson tampona un’altra vettura danneggiando l’accelerator; mentre Mario Andretti e Rolf Stommelen sono costretti ad abbandonare per incidente con Brise che passa sopra la chicane. Harald Ertl salta sopra la vettura di Hans-Joachim Stuck danneggiando la direzionalità della sua macchina.

Dopo 6 giri Carlos Pace si ritira per un problema all’acceleratore, presto imitato da
Hans-Joachim Stuck e Lella Lombardi. Questo tourbillon d’incidenti non tocca le Ferrariche guidano la corsa in tranquillità con Clay Regazzoni sempre davanti a Niki Lauda

. Al 14 giro, Emerson Fittipaldi passa Carlos Reutemann insediandosi al terzo posto. Il ritmo del brasiliano è indiavolato: dopo 6 giri passa anche Lauda, mettendo un’ombra sulla possibilità per l’austriaco
di chiudere i giochi già Monza.

Nel frattempo Patrick Depailler passa James Hunt per il quarto posto ma esce di pista. Hunt, Tom Pryce e Reutemann sono in bagarre per la quinta piazza; Pryce prende la posizione quando Hunt si gira nel corso del 27esimo giro. Sarà però costretto a ricedergliela dopo altri 10 giri.

Harald Ertl è doppiato ma Pryce non sarà in grado di sorpassarlo.

Regazzoni vince, Niki Lauda è terzo e conquista il suo primo mondiale piloti. La
Ferrari vince anche il campionato costruttori, per la terza volta nella sua storia, completando in questo modo una festa tutta rossa e tutta italiana.

Mentre gli appassionati di automobilismo esultano per l’affermazione della “nazionale rossa”, il calcio vive la terza tornata di gare valide per la prima fase di Coppa Italia.
COPPA ITALIA – FASE ELIMINATORIA – 3a GIORNATA: domenica 7 settembre 1975
GIRONE A

Juventus – Ternana 5-1

Taranto – Sambenedettese 2-0

Riposa: Inter

CLASSIFICA:

Inter e Juventus 4; Taranto e Ternana 2; Sambenedettese 0.
GIRONE B

Bologna – Modena 1-0

Como – Atalanta 2-0

Riposa: Genoa

CLASSIFICA:

Como 5; Bologna 4; Genoa 3; Atalanta e Modena 0.
GIRONE C

Napoli – Foggia 4-2

Reggiana – Palermo 1-1

Riposa: Cesena

CLASSIFICA:

Napoli 5; Cesena 3; Foggia 2; Palermo e Reggiana 1.
GIRONE D

Brescia – Avellino 2-0

Varese – Ascoli 1-1

Riposa: Lazio

CLASSIFICA:

Ascoli 4; Brescia e Lazio 3; Varese 2; Avellino 0.
GIRONE E

Milan – Spal 1-0

Perugia – Catanzaro 3-0

Riposa: Brindisi

CLASSIFICA:

Milan 6; Spal 4; Perugia 2; Brindisi e Catanzaro 0.
GIRONE F

LR. Vicenza – Pescara 1-1

Roma – Piacenza 2-1

Riposa: Sampdoria

CLASSIFICA:

Roma e Sampdoria 4; Piacenza 2; LR. Vicenza e Pescara 1.
GIRONE G

Novara – Cagliari 1-1

Verona – Catania 0-0

Riposa: Torino

CLASSIFICA:

Catania 4; Verona 3; Cagliari e Torino 2; Novara 1.
Con mezza serie A a riposo, il big match della serata viene disputato a San Siro tra il Milan e la Spal, incredibilmente in lizza per il passaggio del turno. In una delle ultime apparizioni di Gustavo Giagnoni sulla panchina rosso-nera Benetti e Compagni ottengono un successo decisivo per garantirsi un post campionato fatto di gare ufficiali.

Nella stessa giornata risorgono Roma e Juventus mentre il Napoli esalta i propri sostenitori con la quaterna rifilata al Foggia.

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE

Lascia un commento