NAPOLI-VERONA 4-0: PRIMO TROFEO NELL’ERA FERLAINO

Nel giorno della dichiarazione d’indipendenza delle Isole Seichelles, ambita meta turistica, dal Regno di Gran Bretagna, Roma è pronta ad ospitare l’inedita finale di Coppa Italia. Il pronostico è tutto a favore del Napoli, ma l’esperienza insegna che in una partita secca può accadere di tutto. Negli occhi degli appassionati c’è ancora la grandissima gara disputata due anni prima dal Palermo contro il Bologna, vittorioso solo ai calci di rigore, dopo aver più volte rischiato la capitolazione.

La novità principale della gara è rappresentata dalla panchina partenopea sulla quale, al posto di Vinicio in trattativa con la Lazio, siede Del Frati, difensore che

negli anni cinquanta ha giocato sotto il Vesuvio al fianco di campioni come Jeppson ed Amadei.

COPPA ITALIA – FINALE -: Roma (Stadio Olimpico), mercoledì 29 giugno 1976
NAPOLI – VERONA 4-0

RETI: 76′ aut. Ginulfi, 78′ Braglia, 79′ e 86′ G. Savoldi.

NAPOLI: Carmignani, Bruscolotti, La Palma; Burgnich, Vavassori, Orlandini; Massa, Juliano, Savoldi I, Esposito, Braglia. All.: Del Frati.

Verona: Ginulfi, Bachlechner, Sirena; Guidolin (77′ Vriz), Catellani,
Nanni; Franzot, Mascetti, Luppi (67′ Macchi), A. Moro, Zigoni. All.: F. Valcareggi.

ARBITRO: Lattanzi (Roma).
Per tre quarti di gara il Napoli attacca praticamente senza costrutto esponendosi ai rapidi contropiede degli scaligeri, bravi a difendersi in modo

ordinato per poi ripartire. La gara si sblocca grazie ad una papera del portiere Ginulfi, dopo la quale gli avanti campani si scatenano. Il punteggio assume

proporzioni troppo punitive nei confronti di una compagine che, tutto sommato, per oltre un’ora ha tenuto testa ad avversari molto più quotati.

E’ il primo trofeo dell’era Ferlaino, il presidente che di qui a dieci anni sarà destinato a togliersi molte altre soddisfazioni. Anche per la società scaligera il

bello deve ancora venire!

Assieme alla città Partenopea festeggia anche la comunità più piccola della serie A: l’anno seguente i campani parteciperanno alla Coppa delle Coppe, liberando un

posto in Coppa Uefa in favore del Cesena splendido sesto classificato.

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE

Lascia un commento