COPPA ITALIA 1977-78: LA CONCLUSIONE DELLA FASE ELIMINATORIA

Il giorno dopo la seconda giornata della prima fase di coppa italia, i teleradio -giornali danno una notizia per certi versi clamorosa: il sotto segretario agli interni Giuseppe Zamberletti è arrestato con la pesante accusa di truffa dopo le rivelazioni sullo scandalo della ricostruzione in Friuli. Parallela alla strategia della tensione, è iniziata pure quella dei grandi sperperi di Stato, i cui effetti non si sa quando cesseranno di gravare sulle spalle degli italiani!

Lo sdegno è tanto nel vedere un esponente della Repubblica delinquere, per giunta sulle spalle di persone costrette da oltre un anno a vivere nell’emergenza, ma a fine settimana ci pensa la “nazionale rossa” a far dimenticare tutto!

Il circus della Formula 1 è arrivato in Olanda. Riccardo Patrese torna sulla Shadow
al posto di Merzario che iscrive la solita March privata del suo team. Su un’altra
March privata esordisce il pilota olandese Michael Bleekemolen. Nel gran premio di casa si rivede la Boro che affida il
volante a Brian Henton, impiegato saltuariamente nel corso della stagione dalla March
privata del team British American Racing, nonché da quella ufficiale in una occasione.

In prima fila Mario Andretti, alla quinta pole stagionale e
Jacques Laffite, precedono Hunt e Lauda. In terza fila si piazzano Gunnar Nilsson e l’altro ferrarista Carlos Reutemann, mentre Jody Scheckter,
unico concorrente rimasto a Lauda nella corsa al titolo mondiale, è solo quindicesimo.

Hunt va in testa al primo giro con Laffite che prima passa Andretti ma poi viene risuperato dall’italoamericano. Lauda controlla in terza posizione seguito dal compagno di scuderia Reutemann. Watson parte bene ma è costretto al ritiro per una rottura. Nilsson recupera due posizioni superando Regazzoni, Tambay e il connazionale Peterson, portandosi al sesto posto. Nel frattempo James Hunt si ritira: troppo grintoso il duello con Andretti per la testa della gara. Lo statunitense colpisce la McLaren sul fianco sinistro dopo una staccata alla curva Tarzan, distruggendone il radiatore dell’acqua. L’italoamericano riparte quarto dopo un testacoda, mentre Hunt esce di scena. In testa va Laffite seguito da Lauda, Reutemann e Andretti.

Il pilota della Lotus è scatenato: supera Reutemann e va alla caccia di Lauda sfiorando il bis dell’incidente con Hunt. Alla fine, al giro 14, il motore della sua vettura esplode lasciandolo a piedi.

Niki Lauda attacca ora Laffite e passa in testa, Gunnar Nilsson tenta di fare lo stesso con Reutemann ma lo tocca. Lo svedese è costretto al ritiro mentre l’argentino vede sfumare le possibilità di cogliere un buon risultato dovendo sostituire un alettone con conseguente pesante sosta ai box. Terzo è così il sorprendente
Patrick Tambay con l’Ensign, quarto Scheckter autore di una gara giudiziosa e quinto
Emerson Fittipaldi. Jean-Pierre Jabouille rompe una sospensione quando è sesto, scala così di una posizione
Vittorio Brambilla.

Gli ultimi giri sono pieni di colpi di scena. Lauda controlla Laffite, Tambay all’ultimo giro vede sfumare il podio a causa della mancanza di benzina. Scala così terzo Jody Scheckter
(a un giro dai primi due), quarto è Fittipaldi, quinto è Tambay, ultimo a punti Reutemann autore di un buon recupero e favorito dal ritiro di Vittorio Brambilla, uscito nel tentativo di passare Scheckter.

La Scuderia Ferrari e Niki Lauda sono vicinissimi alla riconquista del titolo per la gioia dei milioni di tifosi della rossa.

Con i motori ormai a riposo da qualche ora, inizia la terza giornata della prima fase di Coppa Italia.
COPPA ITALIA – FASE ELIMINATORIA 3a GIORNATA -: domenica 28 agosto 1977
GIRONE A

Juventus – Cesena 0-0

Sambenedettese – Brescia 0-1

Riposa: Verona

CLASSIFICA:

Juventus 5; Cesena 3; Brescia e Verona 2; Sambenedettese 0.
GIRONE B

Bologna – Lazio 1-0

Varese – Monza 0-0

Riposa: Ternana

CLASSIFICA:

Monza e Varese 3; Bologna, Lazio e Ternana 2.
GIRONE C

Fiorentina – Modena 2-0

Roma – Rimini 3-2

Riposa: Sampdoria

CLASSIFICA:

Fiorentina e Roma 4; Modena e Sampdoria 2; Rimini 0.
GIRONE D

Foggia – Bari 4-1

Lecce – Torino 0-1

Riposa: Genoa

CLASSIFICA:

Genoa e Torino 4; Foggia e Lecce 2; Bari 0.
GIRONE E

Ascoli – Cremonese 0-0

Inter – Atalanta 3-1

Riposa: Como

CLASSIFICA:

Inter 5; Atalanta 3; Ascoli 2; Como e Cremonese 1.
GIRONE F

Catanzaro – LR. Vicenza 2-2

Palermo – Napoli 2-3

Riposa: Avellino

CLASSIFICA:

Napoli 4; Catanzaro e LR. Vicenza 3; Palermo 2; Avellino 0.
GIRONE G

Cagliari – Pistoiese 2-1

Perugia – Pescara 1-1

Riposa: Taranto

CLASSIFICA:

Perugia 5; Taranto 3; Cagliari e Pescara 2; Pistoiese 0.
Questa volta tocca al Cesena guadagnarsi le prime pagine dei giornali sportivi andando ad imporre il pari alla Juventus proprio sul campo di Torino. Contemporaneamente il Torino vendica la sconfitta sul campo di Lecce subita l’anno precedente che era costata ai granata la qualificazione alla seconda fase della competizione. Contro l’Atalanta l’Inter torna alla vittoria, così come confermano i successi Fiorentina e Roma.

Il mondiale argentino impone ritmi forsennati e a fine agosto le squadre completano ormai l’ottanta per cento del loro cammino nella prima fase.
COPPA ITALIA – FASE ELIMINATORIA 4a GIORNATA -: mercoledì 31 agosto 1977

GIRONE A

Cesena – Sambenedettese 3-1

Juventus – Verona 4-2

Riposa: Brescia

CLASSIFICA:

Juventus 7; Cesena 5; Verona 2; Brescia e Sambenedettese 1.
GIRONE B

Bologna – Varese 1-1

Lazio – Ternana 4-1

Riposa: Monza

CLASSIFICA:

Lazio e Varese 4; Bologna e Monza 3; Ternana 2.
GIRONE C

Fiorentina – Sampdoria 4-2

Modena – Roma 1-2

Riposa: Rimini

CLASSIFICA:

Fiorentina e Roma 6; Modena e Sampdoria 2; Rimini 0.
GIRONE D

Bari – Torino 0-0

Genoa – Lecce 1-1

Riposa: Foggia

CLASSIFICA:

Genoa e Torino 5; Lecce 3; Foggia 2; Bari 1.
GIRONE E

Ascoli – Atalanta 2-1

Cremonese – Como 1-0

Riposa: Inter

CLASSIFICA:

Inter 5; Ascoli 4; Atalanta e Cremonese 3; Como 1.
GIRONE F

Avellino – Palermo 2-0

LR. Vicenza – Napoli 1-2

Riposa: Catanzaro

CLASSIFICA:

Napoli 6; Catanzaro e LR. Vicenza 3; Avellino e Palermo 2.
GIRONE G

Perugia – Taranto 0-0

Pescara – Cagliari 4-1

Riposa: Pistoiese

CLASSIFICA:

Perugia 6; Pescara e Taranto 4; Cagliari 2; Pistoiese 0.
Agosto si chiude con un mercoledì ricco di gol dal quale, viene emesso solamente un verdetto: il Napoli è la prima squadra ad affiancare il Milan nel girone di semifinale. Proprio in casa dei detentori del trofeo, intenti nel preparare la stagione del loro rilancio, settembre porta un lieto evento: Gianni Rivera, da diciotto anni simbolo della società, diventa padre della piccola Nicole nata dalla discussa relazione con Elisabetta Viviani. Ora il “Golden boy” non è più boy! Mentre i giornali “scandalistici” cercano di acapparrarsi le prime foto dell’illustre neonata, si chiude la prima fase di coppa.
COPPA ITALIA – FASE ELIMINATORIA 5a GIORNATA -: domenica 4 settembre 1977
GIRONE A

Brescia – Cesena 2-1

Verona – Sambenedettese 3-5

Riposa: Juventus

CLASSIFICA:

JUVENTUS 7; Cesena 5; Brescia e Sambenedettese 3; Verona 2.
GIRONE B

Monza – Bologna 3-2

Ternana – Varese 1-0

Riposa: Lazio

CLASSIFICA:

MONZA 5; Lazio, Ternana e Varese 4; Bologna 3.
GIRONE C

Roma – Fiorentina 0-1

Sampdoria – Rimini 0-0

Riposa: Modena

CLASSIFICA:

Fiorentina 8; Roma 6; Sampdoria 3; Modena 2; Rimini 1.
GIRONE D

Foggia – Lecce 1-1

Torino – Genoa 2-1

Riposa: Bari

CLASSIFICA:

TORINO 7; Genoa 5; Foggia 4; Foggia 3; Bari 1.
GIRONE E

Como – Ascoli 1-2

Cremonese – Inter 0-2

Riposa: Atalanta

CLASSIFICA:

INTER 7; Ascoli 6; Atalanta e Cremonese 3; Como 1.
GIRONE F

Napoli – Avellino 4-0

Palermo – Catanzaro 1-0

Riposa: LR. Vicenza

CLASSIFICA:

NAPOLI 8; Palermo 4; Catanzaro e LR. Vicenza 3; Avellino 2.
GIRONE G

Pistoiese – Pescara 0-2

Taranto – Cagliari 4-2

Riposa: Perugia

CLASSIFICA:

PESCARA, Perugia e Taranto 6; Cagliari 2; Pistoiese 0.
Un’altra messe di reti chiude la prima fase di Coppa Italia che emette i seguenti verdetti:

il Cesena cade a Brescia e permette alla Juventus di passare il turno in pompa magna;

il Monza batte il Bologna e scavalca la Lazio a conferma della bontà del progetto brianzolo;

la Fiorentina va a vincere lo scontro diretto sul campo della Roma, compiendo probabilmente l’impresa di giornata;

il Torino riesce ad avere la meglio su un coriaceo Genoa;

l’Inter passa a Cremona e respinge l’assalto di un’Ascoli sempre più convincente, uscito dal torneo senza sconfitte;

il Napoli è l’unica squadra a chiudere la prima fase a punteggio pieno ed infine il Pescara passa per differenza reti precedendo il Taranto ed il ben più quotato Perugia.

Mentre la stagione 1977-78 ha già i suoi primi promossi e i primi bocciati, in Venezuela inizia la gara che incorona Francesco Moser Campione del Mondo di Ciclismo. La festa azzurra è completata dal terzo posto conquistato da Franco Bitossi.

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE

Lascia un commento