ALDO MORO CONDANNATO A MORTE!

Naturalmente una tragedia simile apre tutti i telegiornali della sera mettendo in secondo piano il sequestro moro, nonostante a Repubblica sia giunto il sesto Comunicato. Inizia così:

e termina:

Naturalmente queste righe gli italiani le leggono il giorno dopo, accanto alle formazioni previste per il consueto pomeriggio domenicale di campionato. Dalla lista mancano quelle di Roma e Verona che recupereranno la loro partita il mercoledì successivo, a causa dei fatti che hanno coinvolto gli uomini di Valcareggi il giorno precedente.

27a GIORNATA: domenica 16 aprile 1978

Bologna – Juventus 1-1

23′ Gentile, 27′ Maselli (BO)

LR. Vicenza – Genoa 1-0

8′ Filippi

Milan – Atalanta 0-1

83′ Tavola

Napoli – Fiorentina 0-0

Perugia – Foggia 3-1

3′ Bergamaschi (FO), 4′ Bagni rig., 34′ Novellino, 51′ Bagni

Pescara – Inter 2-1

30′ Grop, 67′ Altobelli (IN), 70′ aut. Bini

Torino – Lazio 1-0

75′ Mozzini

CLASSIFICA:

Juventus 39; Torino 36; LR. Vicenza 35; Milan 34; Inter 31; Napoli e Perugia 28; Atalanta 27; Roma e Verona 25; Bologna, Genoa e Lazio 22; Foggia 21; Fiorentina 20; Pescara 17.

Roberto Tavola, promettente centrocampista atalantino, diventa l’eroe di giornata realizzando la rete che dà alla sua Atalanta una vittoria di prestigio sul campo del Milan. Ora i rosso-neri sono praticammente tagliati fuori dalla lotta per lo scudetto, mentre i bergamaschi possono già festeggiare il raggiungimento della salvezza. Nella lotta sono coinvolte in pieno Bologna e Fiorentina: i felsinei gioiscono per il pari interno conquistato contro la Juventus, mentre i viola limitano i danni nello scontro diretto con la Lazio.

La catastrofe ferroviaria di Bologna rende il clima nella nazione ancor più plumbeo. Immediatamente si scatenano le polemiche circa l’inadeguatezza di certe tratte. È proprio il caso di quella che congiunge Verona a Bologna, tra l’altro una delle più trafficate dell’intera nazione. 96 chilometri ferroviari da percorrere in quasi due ore con convogli che trascorrono più tempo fermi che in movimento. Su questa tratta non dovrebbero viaggiare solo i passeggeri, ma pure numerosi convogli adibiti al trasporto merci che impiegano più tempo rispetto agli autotreni che per collegare le due città percorrono circa cinquanta chilometri in più.

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE

Lascia un commento