OTTO NAZIONALI ACCREDITATE DI VITTORIA

Al completo raggiungimento dell’obbiettivo di dare della giunta militare un’immagine vincente, manca solamente la conquista della Coppa del Mondo da parte della nazionale di casa.

Sulla strada degli uomini allenati da Luis Cesar Menotti ci sono altre quindici nazionali, che rispettando la stessa formula adottata per il mondiale organizzato in Germania quattro anni prima, vengono suddivise in quattro gironi. Le prime due classificate di ciascun gruppo disputeranno un ulteriore girone a quattro di semifinale le cui vincenti si contenderanno il titolo il 25 giugno allo Stadio Monumental di Buenos Aires.

Assieme ai padroni di casa le grandi favorite sono il Brasile dell’astro nascente Zico, l’Olanda, nonostante l’assenza di Cruijff, la Germania che ha trovato in Karl Heinz Rumenigge un nuovo fuoriclasse in grado di tener alto l’onore dei Campioni del Mondo in carica e la Polonia nella quale si sta facendonotare il giovane Zbignew Boniek. Altri pericoli potrebbero arrivare dall’Austria dell’esperto bomber Hans Krankl, dalla nuova Spagna allenata da Kubala, dalla Scozia delle stelle Dalglish, Souness e Jordan e dalla Francia di Michel Platini, per il quale molti vedono un futuro da autentico fuoriclasse.

Tra le outsider c’è anche la nazionale azzurra, compagine estremamente rinnovata rispetto alla squadra che quattro anni prima ha miseramente fallito in Germania.

Grandi assenti dalla manifestazione sono l’Uruguay, la Cecoslovacchia campione d’Europa e l’Inghilterra costretta ad inchinarsi proprio al calcio italiano.

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE

Lascia un commento