CAMPIONATO EUROPEO DI CALCIO 1972: LE SEMIFINALI

Il 14 giugno le quattro contendenti disputano le semifinali. I padroni di casa devono affrontare i tedeschi in quello che si profila come un autentico derby
tra i due Paesi confinanti, mentre Unione Sovietica ed Ungheria si contendono l’altro posto in finale.
Anversa (Bosuil Stadion) – mercoledì 14 giugno 1972

GERMANIA OVEST – BELGIO 2-1 (SEMIFINALE)

RETI: 24′ e 71′ G.Müller, 83′ Polleunis (BE]

GERMANIA OVEST: Maier, Höttges, Beckenbauer; Schwarzenbeck, Breitner, U.Hoeneß dal 58′ (Grabowski); Wimmer, Netzer, Heynckes, G. Müller, E. Kremers. C.T.: H. Schön.

BELGIO: Piot, Heylens, Van den Daele; Thissen, Dolmans, Dockx; Verheyen, M. Martens (dal 70′ Polleunis), Semmeling, Van Himst, Lambert. C.T.: R. Göthals

ARBITRO: Mullen (Scozia).

SPETTATORI: 56.000]

Brouxelles (Astridpark) – mercoledì 14 giugno 1972

UNIONE SOVIETICA – UNGHERIA 1-0 (SEMIFINALE)

RETI: 53′ Konkov

[missed penalty: Zámbö 85 (saved)]
UNIONE SOVIETICA: Rudakov, Dzodzuashvili, Kaplichny; Istomin, Khurtsilava, Kolotov; Troshkin, Baidachni, Banishevski (dal 70′ G. Nodia), Konkov, Onishenko.

UNGHERIA: Géczi, Fábián, Páncsics; Bálint, P. Juhász, I. Juhász; Kocsis (dal 60′ Albert), Kü, Szöke, Bene (dal 60′ A.Dunai), Zámbö

ARBITRO: Glöckner (Germania Est).

SPETTATORI: 2.000.

Le semifinali si risolvono in due incontri equilibrati che vedono prevalere le favorite Germania Ovest sul Belgio per 2 a 1 ed Unione Sovietica sui magiari per 1 a 0.

Senza dubbio i padroni di casa hanno pagato l’assenza di Wilfried Van Moer, uno dei giustizieri dell’Italia, costretto a guardare la competizione dalla poltrona di casa a causa di un grave infortunio alla gamba. L’Ungheria, dal canto suo, si è presentata con una compagine non all’altezza. I tempi dei Bela Sarosi, Ferenc Puskas, Sandor Kocsis e Floryan Albert sembrano essere lontani; il solo Ferenc Bene e giocatore di una certa levatura internazionale, ma da solo non può nulla contro l’ancor valido complesso sovietico.

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE

Lascia un commento