LA SENTENZA DI SECONDO GRADO DEL CALCIO SCOMMESSE: LAZIO IN SERIE B!

Un nuovo terremoto sconvolge il mondo del calcio, ridisegnando tutti gli equilibri. A fine di questa settimana viene emessa la sentenza d’appello per il calcio scommesse. La notizia principale è la condanna alla retrocessione in serie B per la Lazio e la squalifica a tre anni (contro i sei mesi iniziali) per Bruno Giordano e Lionello Manfredonia. A questo punto i bianc’azzurri si vedono costretti a rispedire al mittente René Van de Kerkhof, in quanto il regolamento non consente l’ingaggio di stranieri per il campionato di serie B. Ne beneficia invece l’Udinese, riammesso alla massima divisione. La notizia, però, arriva inaspettata in Friuli, tanto che i bianco-neri si trovano a dover riprogrammare la stagione avendo approntato una compagine adatta al campionato della seconda serie nazionale.

Da questa sera non dormono sonni tranquilli nemmeno i tifosi di Bologna, Perugia ed Avellino, le cui squadre sono state condannate a partire con cinque punti di penalizzazione nel campionato che va ad iniziare. Stessa sorte in serie B tocca a Taranto e Palermo.

Viene rivista la posizione di Paolo Rossi al quale viene ridotta la squalifica di un anno, giusto in tempo per poter partecipare ai mondiali spagnoli.


Le sentenze sollevano un vespaio di polemiche, al centro delle quali c’è la Juventus. I grandi accusatori Alvaro Trinca e Massimo Cruciani hanno parlato infatti di un accordo tra la dirigenza bianco-nera e quella felsinea per far terminare la gara prevista durante la prima giornata del girone di ritorno sul pareggio. Stranamente, però, la deposizione dei due test al riguardo è stata ritenuta poco attendibile e le indagini attorno a quella partita sono state insabbiate, altrimenti la sorte delle due società avrebbe dovuto essere quella toccata a Milan e Lazio.

Contemporaneamente, attorniata da polemiche di carattere internazionale, si apre una delle edizioni più tristi dei Giochi Olimpici dell’Era Moderna.

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE

Lascia un commento