PARTE LA COPPA EUROPA PER NAZIONI

IlDio del Pallone, però, se ne frega altamente di tutto e tira diritto per la sua strada. Vuole sempre più partite, vuole sempre più adepti, è un demone che cerca di insinuarsi in ogni angolo della vita quotidiana. Le persone da lui contagiate, se non possiedono l’arte di prenderlo a calci, sono costrette ad arrovellarsi nel creare nuove competizioni a testimonianza della sua grandezza e della sua onnipotenza.

La UEFA, attiva da tre anni, decide di mettere in piedi un campionato europeo per nazioni. Come quasi sempre accade nei grandi appuntamenti sportivi però, anche questa manifestazione conosce serie difficoltà prima del suo “calcio d’inizio” rischiando addirittura l’annullamento per insufficiente numero di iscrizioni rispetto al minimo necessario di 16 partecipanti.

Anche in questo caso le federazioni britanniche, in ossequio al loro leggendario snobbismo, non perdono l’occasione di boicottare una manifestazione internazionale. Comunque il numero minimo viene raggiunto, e il 29 agosto 1958 U.R.S.S. ed Ungheria danno vita al primo incontro della Coppa Europa per Nazioni. Vincono i sovietici che, sul piano dei risultati, stanno vivendo il loro periodo dorato.

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE

Lascia un commento