CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1961-62: IL GIRONE D’ANDATA DALLA 12a ALLA 14a GIORNATA

Il lunedì successivo l’Inter, priva di Bolchi e Corso, vola in casa degli Hearts of Midlothian dove conquista un importante successo per 1 a 0, firmato Humberto, autentico cannoniere di Coppa. Due giorni dopo, invece, la Juventus va ad imporsi sul campo del Partizan Belgrado per 2 a 1, grazie alle reti di Nicolé e Rosa, bravi a controbattere il gol del giovane Vasovic

Intanto il Milan si trova alle prese con il caso Greaves. Nonostante l’inizio esaltante caratterizzato da ben 9 reti in11 incontri, l’inglese non si è mai inserito nell’ambiente. Inoltre il dissoluto regime di vita non gli facilita la convivenza con il duo tecnico Viani – Rocco, poco propensi a sopportare le trasgressioni dei calciatori. L’inglese decide così di fuggire. “Gipo” Viani non si perde d’animo e dal Brasile porta in Italia Dino Sani, esperto centrocampista destinato ad entrare nella storia rosso-nera.

Mentre l’Italia attende la nuova giornata di campionato e l’appuntamento con Studio Uno, in Congo, tredici nostri militari appartenenti al contingente delle Nazioni Unite vengono massacrati barbaramente nel corso di una
rivolta scoppiata nella provincia orientale.
12a GIORNATA domenica 12 novembre 1961

Fiorentina – Roma 1-1

34′ Manfredini, 62′ Milani (FI)

L.R. Vicenza – Venezia 1-1

28′ aut. Carantini (L.), 28′ Santisteban 49′ Lindskog rig.

Mantova – Bologna 2-5

4′ Renna, 30′ Bulgarelli, 39′ Pascutti, 49′ Sormani (MA) rig., 57′ Renna,
64′ Mazzero (MA), 69′ Pascutti

Milan – Juventus 5-1

3′ e 8′ Altafini, 38′ Rosa (JU), 63′ Rivera, 76′ e 78′ Altafini

Palermo – Atalanta 1-0

46′ Sereni

Sampdoria – Inter 0-0

Spal – Padova 2-1

23′ Mencacci, 49′ Koelbl (PD), 58′ Mencacci

Torino – Catania 1-1

50′ Bearzot (TO), 76′ Zannier

CLASSIFICA:

Inter 19; Bologna e Torino 16; Atalanta, Fiorentina, Milan e Roma 15; Sampdoria 14; L.R. Vicenza, Mantova e Spal 11; Catania, Juventus e Palermo 10; Venezia 9; Lecco 8; Padova 6; Udinese 3.

La Sampdoria rallenta la marcia dell’Inter che conserva i suoi tre punti di vantaggio sulla coppia formata da Bologna e Torino le quali, a loro volta sorpassano l’Atalanta sconfitta per la seconda domenica consecutiva.

Tuttavia l’avvenimento di giornata è la batosta rimediata dalla Juventus sul campo del Milan. Dino Sani si dimostra immediatamente un acquisto azzeccato. Egli mette subito ordine nel centrocampo rossonero permettendo a Rivera di esprimere il suo immenso talento. Ne guadagna il giovane fantasista di Alessandria, ma soprattutto Josè Altafini che si trova un enorme volume di gioco da finalizzare.

>
La Juventus, dal canto suo, vive una grave crisi in campionato, ma i bianconeri hanno immediatamente l’occasione di rifarsi in coppa.

Nella gara di ritorno contro il Partizan, infatti, la formazione bianconera è semplicemente straripante chiudendo il match sul 5 a 0 e garantendosi un posto tra le otto grandi d’Europa. Contemporaneamente il Bologna si guadagna il diritto di disputare la finale di Mitropa cup estromettendo il Kladno.
13a GIORNATA: domenica 19 novembre 1961

Atalanta – Mantova 0-2

76’ Recagni, 77′ Mazzero

Bologna – Venezia 1-1

17′ Frascoli, 59′ Vinicio (BO)

Inter – L.R. Vicenza 2-1

24′ Hitchens, 26′ Corso, 70′ Puia (L.)

Juventus – Fiorentina 0-0

Padova – Milan 1-1

11′ Altafini, 43′ Del Vecchio (PD)

Palermo – Lecco 1-0

70′ Fernando

Roma – Torino 2-2

20′ Carpanesi (RM), 34′ Albrigi, 42′ Law, 59′ Manfredini

(RM)
Spal – Sampdoria 1-1

58′ Mencacci (SP), 66′ Cucchiaroni

Udinese – Catania 0-1

12′ Prenna

CLASSIFICA:

Inter 21; Bologna e Torino 17; Fiorentina, Milan e Roma 16; Atalanta e Sampdoria 15; Mantova 13; Catania, Palermo e Spal 12; Juventus e L.R. Vicenza 11; Venezia 10; Lecco 8; Padova 7; Udinese 3.

Bologna e Torino frenano e l’Inter si trova con un altro punto di vantaggio. Anche il Milan non va oltre il pareggio a Palermo, mentre la Juventus tenta di riprendersi conquistando un punto contro la Fiorentina.

In coda desta sensazione la caduta libera dell’Udinese sconfitto per dieci volte nelle dodici gare disputate.
La rivoluzione estiva che ha visto partire elementi come Pantaleoni, Bettini e Giacomini non ha portato alcun beneficio.

La settimana è caratterizzata dalle polemiche riguardanti il mondo dello spettacolo e in particolare della televisione. Tutto inizia il 21 novembre con il putiferio scatenato dai ministri democristiani GONELLA e SCELBA, i quali attaccano ENZO BIAGI per alcune trasmissioni dove e’ accusato di essere “fazioso e non allineato all’ufficialita’”. La stessa gestione di Tribuna politica entra nell’occhio del ciclone, in quanto rea di aver portato “addirittura” il comunista PALMIRO TOGLIATTI dentro le case delle famiglie “per bene”.

Non si salva nemmeno il varietà del sabato sera: le gambe delle Kesler sono un’immagine troppo forte per le anime pure dei maschietti d’inizio anni sessanta, quindi bisogna porre rimedio. Prende sempre maggior piede la Tv dei “mutandoni”.

Invece non desta alcuna turbativa sessuale un manipolo di ragazzotti che in mutande si affrontano rincorrendo un pallone. Tocca all’Inter consacrare il mercoledì alle voglie del “dio Pallone” rifilando una quaterna agli scozzesi degli Heart of Midlothyan, mentre in Coppa delle Coppe la Fiorentina va a far scempio del Rapid Vienna infliggendo un tennistico 6 a 2 a domicilio.
14a GIORNATA: domenica 26 novembre 1961

Bologna – Roma 3-1

7′ Bulgarelli, 42′ Angelillo (RM), 59′ Pascutti, 60′ Bulgarelli

Catania – Lecco 1-0

2′ Calvanese

L.R. Vicenza – Udinese 2-2

12′ Canella, 39′ e 59′ Campana (L.), 64′ Canella

Mantova – Palermo 2-0

41′ Giagnoni, 77′ Allemann

Milan – Atalanta 2-2

59′ David (MI) rig., 68′ Colombo, 78′ Rivera (MI), 80′ Maschio

Padova – Fiorentina 1-2

11′ aut. Azzini, 33′ Milani, 87′ Bon (PD)

Sampdoria – Juventus 2-3

2′ e 4′ Mora, 15′ Cucchiaroni (SA), 43′ Mora rig., 88′ Vincenzi (SA) rig.

Torino – Spal 1-0

5′ Baker

Venezia – Inter 1-1

30′ Bettini, 62′ Raffin (VE)

CLASSIFICA:

Inter 22; Bologna e Torino 19; Fiorentina 18; Milan 17; Atalanta e Roma 16; Mantova e Sampdoria 15; Catania 14; Juventus 13; L.R. Vicenza, Palermo e Spal 12; Venezia 11; Lecco 8; Padova 7; Udinese 4.

>

Novembre termina con il pareggio dell’Inter sul campo del Venezia con i padroni di casa che conquistano un punto d’oro per la loro salvezza. Dietro vincono Bologna e Torino, mentre il Milan non va oltre il pareggio casalingo con l’Atalanta reduce da tre sconfitte consecutive. Rocco sta incontrando qualche difficoltà di troppo nell’imporre il proprio credo calcistico e nell’ambiente rosso-nero vi sono molte polemiche.

Intanto la Roma si prepara a mettere in palio la Coppa delle Fiere appena vinta. Per i giallo-rossi c’è subito un incontro difficile sul campo degli inglesi dello Sheffield Wensday. La compagine allenata da Luis Carniglia non vive un buon momento di forma e si vede dall’esito della gara che vede i padroni di casa prevalere per 4 a 0. A questo punto il passaggio del turno è decisamente compromesso.

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE

Lascia un commento