CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1964-65: IL GIRONE D’ANDATA DALLA 8a ALLA 11a GIORNATA

Ora tutti, tifosi ed addetti ai lavori, sono concentrati sulla gara della nazionale opposta alla Finlandia, avversario non certo di primo piano, contro

il quale però c’è sempre tutto da perdere.
Edmondo Fabbri sa bene tutto questo e propone una formazione incentrata sulla difesa dell’Inter, compreso l’esordiente

Armando Picchi, un centrocampo nel quale Lodetti deve supportare con la sua forza fisica il genio del duo Bulgarelli-

Rivera (il capitano più giovane della storia del nostro calcio con i suoi 21 anni) ed una linea avanzata nella quale la

velocità di Sandro Mazzola è supportata dal genio delle ali Mora-Corso.

246: Genova (Stadio Comunale “Luigi Ferraris”) -mercoledì 4 novembre 1964 – ore 14,45

ITALIA – FINLANDIA 6-1 (Q.M. gir. 8, 1a gara)

RETI: 1′ Facchetti, 8′ Holmqvist og, 16′ Rivera, 49′ Bulgarelli, 54′ e 83′ A. Mazzola, 88′ Peltonen (F)

ITALIA: G. Sarti (Inter) 4, Burgnich (Inter) 2, Facchetti (Inter) 8, Picchi (Inter) 1, Guarneri (Inter) 7, Lodetti

(Milan) 2, Mora (Milan) 14, Bulgarelli (Bologna) 10, A. Mazzola (Inter) 7, Rivera (Milan) 12
(cap.), Corso (Inter) 11. C.T.: E. Fabbri.

FINLANDIA: Halme, Mäkipää, Kautonen, Holmqvist, Rinne, Valtonen, Lathi,
Peltonen, Österberg, Syriävaara, Hyvärinen. C.T.: A. Lehtonen.

ARBITRO: Lousada (Portogallo.).

SPETTATORI: 23.000

Dopo la rituale visita alle caserme aperte per festeggiare la Vittoria nella Prima guerra Mondiale, gli

spettatori genovesi hanno potuto godere di un grande spettacolo. Non capiterà molte volte di vedere tanti “piedi buoni”

vestire contemporaneamente la maglia della nazionale!


Mentre si celebra quella che è passata alla storia come “la Vittoria Mutilata” e mentre gli sportivi si esaltano per

l’impresa degli azzurri, dall’altra parte dell’Oceano Lindon Johnson diventa presidente degli Stati Uniti. Per lui c’è da

continuare l’opera iniziata da John Kennedy, ma non ha il carisma del suo predecessore. Johnson resterà nella storia quasi

esclusivamente per aver invaso il Vietnam.

8a GIORNATA: domenica 8 novembre 1964

Atalanta – Varese 0-0

Catania – Foggia 1-0

42′ Danova

Fiorentina – Juventus 1-0

62′ Maschio

Inter – Mantova 1-0

36′ aut. Cancian

L.R. Vicenza – Lazio 2-1

12′ Vinicio rig., 81′ Christensen (LA), 88′ Stenti

Messina – Cagliari 0-0

Roma – Bologna 1-1

15′ Haller, 70′ Nicolè (RM)

Sampdoria – Milan 0-2

28′ Mora, 57′ Ferrario

Torino – Genoa 4-1

7′ Ferrini, 33′ Crippa, 35′ Ferrini, 56′ Locatelli (GE), 78′ Crippa

rig.

CLASSIFICA:

Milan 14; Inter 13; Catania, Fiorentina, Sampdoria e Torino 10; Juventus e Roma 9; Atalanta,

Bologna e L.R. Vicenza 8; Foggia e Varese 7; Cagliari e Messina 6; Genoa e Lazio 4; Mantova 1.

Le milanesi iniziano la fuga. Dietro le altre sono troppo discontinue per tenere il passo di queste due

squadre che da anni brillano per continuità. Comunque fa parlare di sé il Torino il quale si porta in terza posizione

rifilando una quaterna al Genoa. Questa pesante sconfitta costa la panchina al tecnico brasiliano Paolo Amaral. Coi pochi

mezzi a disposizione la società ligure cerca di operare sul mercato facendosi prestare dalla Juventus la giovane promessa

Gianfranco Zigoni.

Si apre una settimana di attesa per i tifosi milanesi e romani: la nona giornata prevede i derby di Milano e Roma. Prima,

però, torna la Coppa dei Campioni con l’esordio dell’Inter detentrice e Campione del Mondo. Contro la Dinamo Bucarest,

campione di Romania, gli uomini di Helenio Herrera forniscono una prova straripante: una doppietta di Jair e di Mazzola,

con reti di Suarez e Milani permettono ai ner’azzurri di ipotecare il passaggio ai quarti di finale, ma soprattutto sono

un chiaro monito ai rivali cittadini circa il loro reale stato di forma. La serata si rivela particolarmente profiqua

anche per il Torino, tornato dalla Finlandia con un successo per 1 a 0 firmato Albrigi.

Alle 14,30 di domenica 15 novembre tutto è pronto per il gran Derby di Milano, da qualche anno la “madre” di tutte le

partite!

9a GIORNATA: domenica 15 novembre 1964

Cagliari – Atalanta 0-1

56′ Magistrelli

Fiorentina – Bologna 2-1

6′ Pirovano, 19′ Maraschi (BO), 27′ Maschio

Genoa – Mantova 0-0

Inter – Milan 0-3

5′ e 63′ Lodetti, 88′ Amarildo

Juventus – Sampdoria 2-0

39′ Bercellino, 78′ Combin rig.

L.R. Vicenza – Catania 2-0

76′ Menti IV, 82′ Vinicio

Lazio – Roma 0-0

Messina – Torino 0-1

75′ Hitchens

Varese – Foggia 0-0

CLASSIFICA:

Milan 16; Inter 13; Fiorentina e Torino 12; Juventus 11; Atalanta, Catania, L.R.

Vicenza, Roma e Sampdoria 10; Bologna, Foggia e Varese 8; Cagliari e Messina 6; Genoa e Lazio 5; Mantova 2.

E’ la grande domenica di Giovanni Lodetti: passato alla storia per essere stato il fido scudiero di

Gianni Rivera, per una volta si toglie la grande soddisfazione di ergersi al ruolo di risolutore di un match di cartello

grazie ad una doppietta che stende l’Inter e che manda in “paradiso” il Milan.

Ora i rossoneri hanno tre punti di vantaggio in classifica sui cugini e quattro sulla coppia formata da Fiorentina e

Torino. Gli uomini di Rocco sono in condizioni di forma eccellenti. Per loro si preannuncia una grande stagione!

10a GIORNATA: domenica 22 novembre 1964

Atalanta – Catania 0-0

Bologna – Inter 0-0

Foggia – L.R. Vicenza 1-0

52′ Maioli

Genoa – Sampdoria 2-1

36′ Zigoni, 57′ Da Silva (SA), 61′ Gilardoni

Lazio – Cagliari 1-0

90′ Petris

Mantova – Roma 0-0

Milan – Fiorentina 2-0

49′ Mora, 52′ Fortunato

Torino – Juventus 0-3

16′ Stacchini, 51′ Da Costa, 75′ Menichelli

Varese – Messina 1-0

26′ Ossola

CLASSIFICA:

Milan 18; Inter 14; Juventus 13; Fiorentina e Torino 12; Atalanta, Catania e Roma 11;

Foggia, L.R. Vicenza, Sampdoria e Varese 10; Bologna 9; Genoa e Lazio 7; Cagliari e Messina 6; Mantova 3.

Anche la Fiorentina deve inchinarsi alle splendide condizioni di forma del Milan il quale,

approfittando del contemporaneo pareggio dell’Inter guadagna un altro punto di vantaggio sui rivali cittadini.

Ora i Campioni del Mondo sono tallonati dalla Juventus largamente vittoriosa nel derby, così come la stracittadina è

favorevole al Genoa. Per la Sampdoria giunge la quarta sconfitta consecutiva che sta vanificando l’ottimo inizio di

campionato.

In settimana Roma e Juventus superano il secondo turno di Coppa delle Fiere: i Capitolini battendo l’NK Zagabria grazie ad

una rete di Angelillo, mentre Dino da Costa regala ai bianconeri la rete con cui sconfiggono lo Stade Français.

11a GIORNATA: domenica 29 novembre 1964

Atalanta – Messina 0-1

23′ Rosati

Catania – Varese 0-0

Fiorentina – Cagliari 2-0

15′ Orlando, 79′ Hamrin

Foggia – Milan 1-2

17′ Ferrario, 29′ Valadè (FO), 76′ Fortunato

Inter – L.R. Vicenza 3-2

5′ Suarez, 19′ De Marchi (LR), 36′ aut. Stenti, 45′ Corso, 86′ Vinicio (LR)

Juventus – Lazio 0-0

Mantova – Bologna 0-1

45′ Pascutti

Roma – Genoa 1-1

21′ Angelillo (RM), 30′ Cappellini

Sampdoria – Torino 0-0

CLASSIFICA:

Milan 20; Inter 16; Fiorentina e Juventus 14; Torino 13; Catania e Roma 12; Atalanta,

Bologna, Sampdoria e Varese 11; Foggia e L.R. Vicenza 10; Genoa, Lazio e Messina 8; Cagliari 6; Mantova 3.

Novembre si chiude con la nona vittoria stagionale del Milan (la settima consecutiva). Dietro resiste

l’Inter la quale stacca la Fiorentina.

In coda si registra il pareggio del Genoa sul campo della Roma.

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE

Lascia un commento