CONSIDERAZIONI SUL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1965-66

Va in archivio uno dei campionati più strani della storia del calcio. Guardando la classifica sembra essersi trattato di un autentico trionfo

interista. Al contrario, per buoni tre quarti di stagione gli uomini del presidente Angelo Moratti hanno dovuto fare i conti con Milan e Napoli, le quali hanno

ceduto sul più bello: i campani a causa della loro atavica fragilità di nervi nonostante giocatori abituati a vincere come Altafini e Sivori, e il Milan a causa dei

gravi problemi esterni che ne hanno condizionato il rendimento.

Della situazione ne ha approfittato il Bologna che ad un certo punto ha sognato l’aggancio clamoroso, ma i felsinei avevano perso troppo terreno all’inizio della

stagione.

La stagione, inoltre, sancisce la crisi del calcio ligure: dopo il Genoa retrocede anche la Sampdoria e per la prima volta nella storia il campionato successivo

partirà orfana di squadre genovesi.

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE

Lascia un commento