CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1967-68: IL GIRONE D’ANDATA DALLA 1a ALLA 4a GIORNATA

All’orrore per quanto sta avvenendo in Vietnam ora si aggiunge anche la paura! Il 23 settembre l’Unione

Sovietica stringe un accordo militare con la nazione asiatica. Il mondo è col fiato sospeso: intervenisse anche la Cina

sarebbe la terza guerra mondiale.

La maggior parte della popolazione, però, è più interessata a quanto avviene il giorno dopo: riparte il massimo campionato

di calcio. Si tratta di una stagione importante che culmina con la fase finale del campionato europeo per nazioni

organizzata proprio nel nostro Paese.

1a GIORNATA: domenica 24 settembre 1967

Brescia – Cagliari 2-1

1’ (18″) Mazzia, 50’ Boninsegna (CA), 69’ Mazzia

Fiorentina – Varese 3-1

34’ e 49’ Amarildo, 51’ Anastasi (VA), 73’ Maraschi

Inter – Roma 1-1

7’ Facchetti (IN), 9’ Taccola

Juventus – Mantova 3-1

13’ aut. Spelta, 56’ Corelli (MA) rig., 78’ De Paoli, 81’ Menichelli

LR. Vicenza – Torino 1-0

44’ Vinicio

Napoli – Atalanta 1-0

37’ Altafini rig.

Sampdoria – Bologna 1-2

12’ Francesconi (SA), 13’ Turra, 75’ Clerici

Spal – Milan 1-4

15’ e 52’ Sormani, 53’ Hamrin, 78’ Sormani, 80’ Brenna (SP)

CLASSIFICA:

Bologna, Brescia, Fiorentina, Juventus, LR. Vicenza, Milan e Napoli 2; Inter e Roma 1;

Atalanta, Cagliari, Mantova, Spal, Sampdoria, Torino e Varese 0.

9 reti in quattro giorni fanno del Milan la squadra del momento. La disposizione studiata da Nereo

Rocco con Rivera dietro le tre punte e protetto da due mediani di grande quantità come Lodetti e Trapattoni sembra

valorizzare al massimo le caratteristiche del fuoriclasse alessandrino. Al Milan risponde la Fiorentina, brava ad imporsi

autoritariamente sulla matricola Varese nella quale realizza il suo primo gol in serie A il giovane Pietro Anastasi.

Inizia mediocremente il nuovo corso dell’Inter di Herrera la quale rimedia un pareggio contro la Roma. A San Siro il

protagonista assoluto è il giovane Giuliano Taccola, attaccante toscano che farà sognare i tifosi giallo-rossi.

A metà settimana alcune compagini di serie B scendono in campo per il loro turno di Coppa Italia.

COPPA ITALIA – SERIE B QUALIFICAZIONE 2o TURNO – venerdi 29 settembre 1967

Bari – Catania 3-2 d.t.s.

Catanzaro – Potenza 2-1 d.t.s.

Monza – Livorno 0-1

Pisa – Verona 1-0

Reggina – Lazio 1-0

Un turno estremamente equilibrato nel quale si registra l’eliminazione della Lazio per opera della

Reggina e del Verona sul campo del Pisa. Veneti e toscani daranno vita ad una lunga battaglia per la promozione nella

massima divisione.

2a GIORNATA: domenica 1 ottobre 1967

Atalanta – Juventus 0-0

Bologna – Cagliari 2-1

9’ e 46’ Clerici, 83’ Rizzo (CA) rig.

LR. Vicenza – Spal 1-0

90’ Fontana

Mantova – Inter 0-0

Milan – Fiorentina 0-0

Roma – Napoli 2-1

5’ Peirò, 34’ aut. Nardin, 50’ Barison (NA)

Torino – Brescia 2-0

56’ Meroni rig., 70’ Ferrini

Varese – Sampdoria 1-0

15’ Mereghetti

CLASSIFICA:

Bologna e LR. Vicenza 4; Fiorentina, Juventus, Milan e Roma 3; Brescia, Inter, Napoli,

Torino e Varese 2; Atalanta e Mantova 1; Cagliari, Spal e Sampdoria 0.

La sfida tra le due squadre più in forma del momento (Milan e Fiorentina) termina a reti bianche

permettendo a Bologna e Vicenza di gustarsi una settimana da leader. Tra i felsinei il brasiliano Clerici si è inserito al

meglio e, per il momento, non fa rimpiangere Harald Nielsen che, con la sua Inter, è autore di un inizio di stagione

incolore. Sul campo di Mantova, quello della disfatta di quattro mesi prima, i nerazzurri non vanno oltre lo 0 a 0.

Nella nottata italiana si corre il Gran Premio degli Stati Uniti, nel quale vince Jim Clarck, con Hulme terzo.

Il 4 ottobre, il Bologna torna dalla Norvegia con un buon 0 a 0, col quale certifica il passaggio ai sedicesimi di finale

della Coppa delle Fiere.

3a GIORNATA: domenica 8 ottobre 1967

Brescia – Bologna 0-0

Cagliari – Atalanta 2-1

15’ Nenè, 51’ Boninsegna, 88’ Savoldi (AT)

Fiorentina – Torino 1-1

7’ Ferrini, 67’ De Sisti (FI)

Inter – LR. Vicenza 1-0

18’ Mazzola

Juventus – Varese 3-0

53’ Sacco, 64’ Zigoni, 71’ Leoncini

Napoli – Milan 1-1

32’ Canè (NA), 43’ Hamrin

Sampdoria – Mantova 3-0

30’ Salvi, 56’ e 79’ Cristin

Spal – Roma 0-1

71’ Taccola

CLASSIFICA:

Bologna, Juventus e Roma 5; Fiorentina, Inter, LR. Vicenza e Milan 4; Brescia, Napoli e

Torino 3; Cagliari, Sampdoria e Varese 2; Atalanta e Mantova 1; Spal 0.

Dopo tre giornate più nessuna squadra è a punteggio pieno, mentre la Spal è ancora a quota 0. I

ferraresi sono stati sconfitti da un gol di Taccola che ha trascinato in vetta la sua Roma. E’ il momento migliore della

carriera del tecnico giallo-rosso Oronzo Pugliese. Intanto la partita di cartello tra Napoli e Milan termina in parità.

Per gli uomini di Rocco, costretti dalla classifica dell’anno precedente ad una partenza di campionato da brivido,

l’essere ancora imbattuti è senz’altro un risultato positivo.

I verdetti della terza giornata di campionato passano immediatamente in secondo piano di fronte alle notizie provenienti

dalla Bolivia. Il 9 ottobre in un conflitto a fuoco viene ucciso Che Guevara. Già protagonista della vittoria dei

gueriglieri cubani a fianco di Fidel castro negli anni cinquanta, il medico argentino si trovava nel Paese andino per

organizzare l’opposizione armata al regime locale spalleggiato dagli Stati Uniti. Assieme ad O Chi Min e a Mao Tze Tung,

il “Che” sta per diventare uno dei simboli della nascente protesta giovanile destinata ad assumere connotati anti-

americani.

Intanto Juventus, Milan e Fiorentina si preparano a scendere in campo per le gare di ritorno dei rispettivi tornei

continentali. In Coppa dei Campioni Zigoni e Menichelli trascinano la Juventus al successo contro l’Olympiakos. Per il

talento di Oderzo si è trattata di una serata particolare: infatti egli si dichiarerà sempre un seguace di Che Guevara.

Nella stessa serata il Milan torna da Sofia imbattuto grazie a Sormani, autentico mattatore del momento, che risponde al

gol dell’esperto Asparoukov. Anche la Fiorentina ribadisce la propria supremazia rifilando una quaterna secca ai francesi

del Nizza, con una doppietta di Mario Brugnera, contornata dai gol di De Sisti e Bertini.

4a GIORNATA: domenica 15 ottobre 1967

Atalanta – Inter 3-1

10’ Danova, 17’ Nielsen (IN), 22’ Savoldi, 29’ Dell’Angelo

Bologna – Juventus 0-0

Brescia – Spal 0-1

36’ Brenna

Cagliari – Napoli 1-1

20’ Riva (CA) rig., 53’ Altafini

Milan – Mantova 3-1

5’ Mora, 13’ e 35’ Rivera rig., 64’ Bercellino II (MA)

Roma – Fiorentina 2-1

9’ De Sisti (FI), 61’ Jair, 75’ Peirò

Torino – Sampdoria 4-2

12’ Combin, 29’ Francesconi (SA), 36’ Combin, 42’ Vieri (SA), 81’ Moschino, 90’ Combin

Varese – LR. Vicenza 2-0

66’ Anastasi, 79’ Vastola

CLASSIFICA:

Roma 7; Bologna, Juventus e Milan 6; Torino 5; Fiorentina, Inter, LR. Vicenza, Napoli e

Varese 4; Atalanta, Brescia e Cagliari 3; Spal e Sampdoria 2; Mantova 1.

Terminano le gare e la Roma si trova in vetta da sola dopo la bella vittoria sulla Fiorentina

propiziata dalla coppia Jair – Peirò, i due stranieri cacciati dall’Inter. Proprio i ner’azzurri sono protagonisti

dell’altro evento agonistico di giornata essendo stati travolti sul campo dell’Atalanta.

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE

Lascia un commento