CONSIDERAZIONI SUL CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1969-70

Dedicheremo una pagina tutta sua alla bella favola del Cagliari, proprio per la particolarità del successo della compagine sarda. Invece la stagione 1969-70 dà anche altri responsi: innanzitutto balza agli occhi il numero dei gol: per la prima volta è stata superata, in negativo, la media dei due gol a partita, a testimonianza della difficoltà nell’andare a rete, dovuta senz’altro al tipo di gioco e di marcature attuate in questo periodo, ma anche di una grande paura di perdere, soprattutto nei momenti decisivi della stagione. Comunque i fuoriclasse non mancano: accanto agli ultracitati Gianni Rivera e Gigi Riva danno spettacolo l’esperto Joosè Altafini, i rampanti Pietro Anastasi e Roberto Boninsegna, l’emergente Claudio Sala e qualche sorpresa di stagione. Quest’anno il nome nuovo è stato senz’altro il vicentino Alessandro Vitali, autore di un campionato da incorniciare col quale, ad un certo punto, ha fatto sognare i propri tifosi quando la compagine berica si è trovata a ridosso delle posizioni di vertice.

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE

Lascia un commento