BRASILE-SPAGNA 2-1: CAMPIONI AVanti tra paura e polemiche!

L’attenzione della vigilia, però, è rivolta al match tra Brasile e Spagna, per vedere la reazione dei Campioni del Mondo in carica all’assenza di Pelé. Dal canto loro, gli uomini allenati da Herrera, usciti malconci dalla gara d’esordio contro la Cecoslovacchia, scendono in campo privi della stella Alfredo Di Stefano, ancora infortunato.
Vina del Mar (Estadio Sausalito) – mercoledì 5 giugno 1962 – ore 15.00


BRASILE-SPAGNA 2-1

RETI: 35’ Adélardo (Sp), 72’ e 87’ Amarildo h

BRASILE: Gilmar, D. Santos, Mauro (cap); Zózimo, N. Santos, Zito; Garrincha, Didi, Vavá, Amarildo, Zagalo. C.T.: P. Feola.

SPAGNA: Araguistain, Rodri, Gracia; Verges, Echevarria, Pachin; Collar (cap), Peiró, Puskás, Adélardo, Gento. C.T.: Commissione tecnica federale.

TERNA ARBITRALE: Bustamante (Cile); g.l.: Marino (Uruguay), Sundhelm (Colombia).

SPETTATORI: 18.000.
La partita è vibrante: i «rossi» operano in velocità, passando ben presto in vantaggio con Adelardo e difendendolo fino al 72′, dopo aver sfiorato più volte il raddoppio. Nel frattempo nascono pure inquietanti sospetti sull’arbitraggio del cileno Bustamante, reo di non aver concesso un rigore per un nettissimo fallo di Nilton Santos ed aver annullato una rete agli spagnoli, dai più ritenuta
regolare. Gli «auriverdi» appaiono come i lontanissimi parenti della bella formazione del ’58; la manovra risulta lenta, involuta, prevedibile e purtuttavia negli ultimi 17 minuti un soprassalto d’orgoglio di «Mane» Garrincha, che sembra ritrovare d’acchito lo scatto e l’ispirazione di Svezia con le sue fughe irrefrenabili sulla fascia destra e la lucidità di Amarildo, autore delle due reti decisive, valgono ai Campioni in carica il passaggio ai «quarti».

Al termine dell’incontro scoppiano polemiche furibonde: da più parte si pone l’accento sull’opportunità di aver affidato ad un direttore di gara cileno una partita con in campo il Brasile, nazione che ha dato i natali a Carlos Dittborn, l’organizzatore dell’intera manifestazione.

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE

Lascia un commento