ITALIA-MESSICO 4-1: AZZURRI DI NUOVO TRA I GRANDI!

In un clima interno ed esterno quanto meno rovente, per i giocatori azzurri tenere la concentrazione sembra difficile. L’unica consolazione è data dal fatto di non dover spostarsi per affrontare i quarti di finale, previsti contro i padroni di casa del Messico, reduci da un buon girone di qualificazione e con l’entusiasmo di un’intera nazione alle loro spalleProprio per questo la partita è temuta in Italia: il ricordo di quanto accaduto otto anni prima in Cile, proprio contro la squadra organizzatrice, è ancora vivo negli occhi di chi ha visto quel massacro. Tuttavia, non ci sono le condizioni alla base di quella gara: la nazionale italiana è arrivata in Messico accolta con grande simpatia, stato d’animo che sembra perdurare nella popolazione locale.

Intanto la”Vendetta di Montezuma” colpisce anche Sandro Mazzola. Contro il Messico Valcareggi pensava di dare un tempo di riposo a Boninsegna avvicendandolo proprio con Rivera e spostando Mazzola nell’antico ruolo di centravanti arretrato. Invece l’attacco d’influenza intestinale che lo ha colpito la notte precedente l’incontro, ha convinto la stella dell’Inter a chiedere a Valcareggi di essere sostituito durante il secondo tempo.
290: Toluca (Estadio Bombonera) -domenica, 14 giugno 1970 – ore 18,00

MESSICO – ITALIA 1-4 (C.M.: 4i DI FINALE)

RETI: 13′ Gonzalez (ME), 25′ aut. Peña, 63′ Riva, 70′ Rivera, 76′ Riva.

MESSICO: Calderon, Vantolra, Perez; Munguia, Peña (cap.), Guzman; Padilla, Gonzalez (68′ Borja), Fragoso, Pulido, Valdivia (60′ Velarde). C.T.: R. Cardenas.

ITALIA: Albertosi (Cagliari) 25, Burgnich (Inter) 37, Facchetti (Inter) 50 (cap.); M. Bertini (Inter) 13, Rosato (Milan) 22, Cera (Cagliari) 6; Domenghini (Cagliari) 26 (84′ S. Gori (Cagliari) 1), A. Mazzola
(Inter) 41 (46′ Rivera (Milan) 40), Boninsegna (Inter) 5, De Sisti (Fiorentina) 16, Riva (Cagliari) 20. C.T.: F. Valcareggi.

TERNA ARBITRALE: Scheurer (Svizzera); g.l.: Landauer (Stati Uniti), Dunstan (Belgio).

SPETTATORI: 32.000.
Mentre alcuni italiani si stanno mettendo a tavola, in Messico finalmente si accende la luce del gioco della nazionale. Dopo un primo tempo sotto tono, nel quale gli azzurri sono stati salvati da un’autorete del capitano dei padroni di casa Penha, su tiraccio di Domenghini, Rivera, entrato al posto di Mazzola all’inizio della ripresa, (come pianificato) prima si fa ammonire e poi dà saggio di tutta la sua classe, mandando in gol Riva, realizzando a sua volta il 3 a 1 per concludere con un altro assist offerto al bomber del Cagliari il quale rompe il proprio digiuno di reti con una doppietta. Per la nazionale è il trionfo che
fa dimenticare le prove opache della prima fase.

PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE

Lascia un commento